II CONVEGNO DEL CENTRO APISTICO REGIONALE. PROBLEMATICHE SANITARIE NELL'APICOLTURA PIEMONTESE

Copia_di_Immagine_api

Asti, 24 ottobre 2011

Aristotele fu fra i primi ad osservare il comportamento delle api bottinatrici che non volano da un fiore di una specie al fiore di un’altra ma “vola da una violetta a una violetta, senza mai alcuna mescolanza prima di tornare all’alveare”. Questo comportamento è alla base dell’impollinazione incrociata che l’ape assolve in modo straordinario, favorendo produzioni agricole e varietali (biodiversità).

Il Centro Apistico Regionale (C.A.Re) si propone, in questo II Convegno destinato a veterinari, biologi, chimici, agronomi e tecnici della prevenzione, apistici e di laboratorio, di sottolineare come il settore apistico necessiti sempre più di attenzione e crescente dedizione delle istituzioni e del mondo scientifico, in particolare dei ricercatori che si occupano di sanità animale e di sicurezza alimentare con il convinto intento di mantenere inalterato il rapporto ape-ambiente-uomo.

Allegati: brochure

Atti del convegno:

maroni  /  mogliotti  /  mutinelli  /  formato  /  barbarino  /  floreano  /  raschio    

Pin It

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa