Cheese 2019

PRESENTE ANCHE L’ISTITUTO ZOOPROFILATTICO

Cheese

 

Il nostro Istituto partecipa anche quest’anno all'evento promosso da Slow Food in occasione della manifestazione “Cheese 2019” che si svolge a Bra (CN) dal 20 al 23 settembre. La prestigiosa mostra mercato del formaggio che riunisce ormai da vent'anni produzioni lattiero-casearie provenienti da tutto il mondo e attira, ogni due anni, oltre 270.000 visitatori e 300 espositori da numerosissime nazioni
Al centro di questa dodicesima edizione sono le produzioni lattiero casearie proodotte con il solo ausilio della flora lattica autoctona e capaci per ciò di tutelare la biodiversità del settore della trasformazione del latte.

Il nostro Istituto è presente con uno stand dedicato a tutti i cittadini interessati a conoscere più da vicino le attività che l’Istituto svolge in campo di sicurezza alimentare (e non solo) a tutela del consumatore. Il personale che parteciperà allo stand sarà composto da veterinari, biologi e tecnici che rimarranno a disposizione dei cittadini e della loro curiosità per tutti i quattro giorni della manifestazione.
Vi aspettiamo allo stand num. CV004 in piazza Carlo Alberto

Per maggiori informazioni: ​http://cheese.slowfood.it/

Visita della delegazione Istituzionale Russa al nostro Istituto

Russia

 

L'interesse della Russia per l'efficacia del sistema di controllo italiano delle malattie da prioni animali ha portato una delegazione istituzionale russa a visitare il nostro Istituto il 13 settembre.
Obiettivo della visita la conoscenza dei metodi diagnostici e di epidemiosorveglianza delle encefalopatie spongiformi, BSE in particolare, utilizzati nel Centro nazionale di referenza sulle Encefalopatie animali, recentemente designato quale Centro di riferimento OIE e Laboratorio di Riferimento Europeo dal 1 gennaio di quest'anno. La delegazione russa, con a capo Alekseeva Svetlana Aleksandrovna , Capo del Servizio federale Russo per la Veterinaria e i fitosanitari, comprendeva sette veterinari specializzati in varie discipline , appartenenti ai più importanti centri di controllo delle malattie animali in Russia. Dopo il benvenuto e l'illustrazione delle attività dell'Istituto da parte del direttore Generale Angelo Ferrari, la delegazione ha ascoltato i contributi del CEA in tema di diagnostica di conferma, diagnostica con test rapidi, genetica e neuropatologia, epidemiologia e infine analisi dei mangimi, ovvero le colonne portanti di un sistema che ha consentito all'Italia, sotto l'egida del Ministero della Salute e grazie all'efficacia della rete degli Istituti Zooprofilattici , di passare da uno stato BSE unknown, al momento del primo caso di BSE, allo stato di negligible risk, definizione che permette misure di controllo meno stringenti e accordi commerciali favorevoli tra Paesi. La seconda parte della visita si è svolta nei laboratori, con significativi interesse e partecipazione dei colleghi russi ai locali e alle attrezzature. Nel clima di apprezzamento e coinvolgimento che si è venuto a creare, al termine della visita le parti hanno gettato le basi per importanti collaborazioni scientifiche future.

Incontro tra la delegazione ministeriale Cinese, il ministero della salute Italiano e il nostro istituto.

 
Si è svolto oggi nella nostra sede di Torino, l'incontro tra la delegazione ministeriale Cinese, il ministero della salute Italiano e il nostro istituto.
L'incontro rientra nel percorso Italia-Cina intrapreso dal  presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal presidente cinese Xi Jinping per l'esportazione in Cina delle carni bovine italiane.
La delegazione cinese ha il compito di verificare la bontà dei controlli ufficiali in Italia con particolare riferimento a controlli Chimici, microbiologici e rischio BSE
 
 

Convegno Annuale del Laboratorio europeo di riferimento (EURL) delle encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSE) degli anima

EurlC
 
Nei giorni 12 e 13 settembre si terrà a Torino il Convegno Annuale del Laboratorio europeo di riferimento (EURL) delle encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSE) degli animali. Si parlerà quindi di BSE (mucca pazza), di scrapie dei piccoli ruminanti e di una malattia analoga (CWD) dei cervidi del nord Europa.  
Per la prima volta il convegno viene organizzato dal consorzio italiano, formato da Istituto Zooprofilattico di Torino e Istituto Superiore di Sanità di Roma, che si è aggiudicato l’EURL dopo l’avvio della brexit. 
L’evento vedrà la partecipazione dei rappresentanti del Ministero della Salute, della Commissione Europea e dell’authority europea di sicurezza alimentare (EFSA) di Parma e dei laboratori di riferimento nazionali dei 28 Paesi Membri dell’Unione Europea a cui si assoceranno quelli di Islanda, Norvegia e Svizzera. 
Il convegno sarà l’occasione per fornire aggiornamenti tecnico-scientifici e normativi, programmare le attività comuni da svolgere fino alla fine del 2020 e raccogliere dati e contributi scientifici da tutta Europa.
 
 
 
 
 
 

COMUNICATO SUL NUOVO RUOLO DEL PERSONALE DELLA RICERCA SANITARIA E DELLE ATTIVITÀ DI SUPPORTO ALLA RICERCA

piramide articolo

 

Oggetto: Legge 27 dicembre 2017 n. 205 art. 1 comma 422 – 434. Indicazioni per la prima applicazione.

 

A seguito della nota prot. 00003456 del 06/08/2019 del Ministero della Salute di cui all’oggetto si comunica quanto segue.

  • L’art. 1, commi 422 – 432, della legge 27 dicembre 2017 n. 205 istituisce e disciplina il ruolo non dirigenziale della ricerca sanitaria e delle attività di supporto alla ricerca sanitaria presso gli IRCCS pubblici e gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali.
  • In data 11 luglio 2019 è stato firmato il CCNL del comparto Sanità Sezione Ricerca.
  • Il comma 432 della suddetta norma prevede che in sede di prima applicazione ed entro centottanta giorni dall’entrata in vigore della sezione del CCNL comparto sanità “il personale in servizio presso gli Istituti alla data del 31 dicembre 2017, con rapporti di lavoro flessibile instaurati a seguito di procedura selettiva pubblica, ovvero titolare, alla data del 31 dicembre 2017, di borsa di studio erogata dagli Istituti a seguito di procedura selettiva pubblica, che abbia maturato un’anzianità di servizio ovvero sia stato titolare di borsa di studio di almeno tre anni negli ultimi cinque, può essere assunto con contratto di lavoro a tempo determinato, secondo la disciplina e nei limiti delle risorse di cui al comma 424 e secondo le modalità e i criteri stabiliti con il decreto del Ministro della salute di cui al comma 427.”
  • Il Ministero della Salute, nelle more dell’emanazione del decreto interministeriale di cui comma 427, invita gli Istituti a pubblicare il presente comunicato affinché coloro che si trovino in possesso dei requisiti previsti dal comma 432 della norma citata si attivino per manifestare il proprio interesse all’inquadramento con contratto a tempo determinato.
  • Il personale interessato e in possesso dei requisiti può manifestare il proprio interesse compilando il modulo allegato e inviandolo allo scrivente Istituto all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 15 settembre 2019.
  • Si precisa che si tratta di una ricognizione meramente informativa i cui risultati saranno trasmessi al Ministero della Salute.
Attachments:
Download this file (MODULO manifestazione di interesse.pdf)MODULO manifestazione di interesse[ ]111 kB390 Downloads

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa