Presentato il Centro di Referenza Nazionale per la rilevazione negli alimenti di sostanze e prodotti che provocano allergie o intolleranze.

crenaria_gruppo 


Alla presenza di autorità politiche ed esponenti del mondo scientifico, medico e della ricerca in ambito di allergeni e allergie alimentari, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del settimo centro di eccellenza dell’IZSPLV.
Il Presidente del CdA Giorgio Gili ha presentato il nuovo Centro alla stampa e ai colleghi, ricordando che il problema delle allergie alimentari riguarda il 2% degli adulti e fino all'8% dei bambini. Orgoglio e senso di responsabilità le parole chiave utilizzate dal Direttore Generale ff Angelo Ferrari, nel descrivere il nuovo centro: il CRENARIA infatti si propone non solo di affiancare le autorità competenti nella tutela del consumatore allergico nei confronti di alimenti comunitari o importati da Paesi terzi ma di offrire anche le proprie competenze agli operatori del settore agroalimentare per verificare la capacità di alcuni processi produttivi di ridurre il potere allergizzante di alcune sostanze. Il Direttore Generale della sanita animale e del farmaco veterinario Silvio Borrello nel suo intervento ha sottolineato il ruolo strategico che Centri come questo hanno nella collaborazione con il Ministero della Salute e con le altre Autorità nazionali ed internazionali. Il senatore Giorgio Bergesio ha ricordato come grazie alle competenze e professionalità dell’Istituto si sia arrivati a questa nomina. La neo responsabile del Centro Lucia Decastelli, ha delineato le attività che partiranno presto: è imminente infatti, la costituzione del gruppo di referenti dei 10 Istitituti Zooprofilattici per garantire un lavoro di squadra, affinché l’attività analitica sia armonizzata sul territorio nazionale, per una piena tutela del consumatore allergico.

Pin It

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa