Monitoraggio delle zoonosi e degli agenti zoonotici in applicazione della Dir 2003/99

800px-efsa_logo_svg_Il Parlamento ed il Consiglio dell’Unione Europea, in base alle osservazioni ed agli impegni assunti dalla Commissione con il Libro Bianco sulla Sicurezza Alimentare, hanno emanato una serie di Regolamenti cd. “Pacchetto Igiene” ispirato all'esigenza di garantire un elevato livello di sicurezza alimentare in tutta l'UE. Il primo atto normativo è stato il Regolamento 178/2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare.

L'EFSA costituisce un’autorità indipendente, finanziata dal bilancio dell'UE, che ha il compito di fornire assistenza scientifica e tecnica per la normativa e le politiche della Comunità Europea in tutti i campi che hanno un’incidenza diretta o indiretta sulla sicurezza degli alimenti e dei mangimi. Uno degli specifici compiti affidati all’EFSA è ricercare, raccogliere, analizzare e sintetizzare i dati scientifici e tecnici nei settori di sua competenza (da Reg. 178/2002).

Per prevenire l’insorgenza di zoonosi è importante identificare quali animali e alimenti sono la principale fonte di infezione. A questo scopo informazioni al riguardo sono raccolte da tutti gli Stati Membri per aiutare la Commissione Europea a incrementare misure di controllo nella catena alimentare e proteggere così la salute umana: attualmente la sicurezza alimentare ha in Europa priorità assoluta.

Con l’approvazione della Direttiva 2003/99/CE, sulle misure di sorveglianza delle zoonosi e degli agenti zoonotici, recepita con il Regolamento (CE) 2160/2003 e a livello nazionale con il Decreto Legislativo 191/2006, si è reso necessario un nuovo e più impegnativo approccio alla materia.

L’EFSA, dal 2004, per garantire una raccolta di informazioni uniformi a livello di Comunità Europea, ha predisposto, di concerto con gli esperti degli Stati Membri, alcuni modelli per il rilevamento dei dati relativi agli agenti zoonotici.

Ogni anno, utilizzando l’apposito applicativo Web, i dati relativi alle zoonosi nel settore veterinario, raccolti sulla base della Direttiva 2003/99/CE, vengono inviati dagli Stati Membri all’EFSA che provvede ad aggregarli ed analizzarli, in collaborazione con l’Istituto danese per l’alimentazione e la ricerca veterinaria, Zoonoses Collaboration Center (ZCC), per la redazione di un report dell’Unione Europea, direttamente consultabile on line. I dati relativi ai casi umani, invece, vengono acquisiti dall’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC). L’EFSA pubblica ogni anno un report generale (Community summary report on trends and sources of Zoonoses, zoonotic agents and food-borne outbreaks), che descrive l’andamento delle principali zoonosi  a livello europeo ed un report specifico per ogni Stato Membro (Trends and sources of zoonoses and zoonotic agents in humans, foodstaffs, animals and feedingstuffs).

 A livello nazionale, il Ministero della Salute, con il Centro di Referenza per l’Epidemiologia Veterinaria (COVEPI), ha realizzato un sistema informativo nazionale (SINZOO) nel quale periodicamente devono essere inseriti e validati, da parte delle figure autorizzate (AA.SS.LL., Istituti Zooprofilattici, Regioni e province autonome) i dati richiesti per tutte le aree (alimenti, mangimi, animali). Nell'ambito del debito informativo nei confronti delle istituzioni internazionali (OIE, UE, EFSA) i dati riguardanti le attività concernenti le zoonosi rivestono notevole importanza ed in particolare si pongono come indicatori della qualità dei controlli effettuati dall'Italia in questo settore.

Report EFSA Italia 2012

 

Risultati Regionali:

Regione Piemonte anno 2013 anno 2012 anno 2011
Regione Liguria
Regione Valle d'Aosta

 

mondo-thumb-300x300Siti consigliati

Pin It

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa